skip to Main Content
Quando Una Micro Impresa Punta A Competere Tra Le Migliori PMI

Quando una micro impresa punta a competere tra le migliori PMI

Un percorso imprenditoriale può nascere sotto la spinta di diversi stimoli o necessità, così come la scelta di far crescere la propria impresa per competere ad un livello superiore.

im·pren·di·tó·re/
sostantivo maschile
  1. La persona che esercita professionalmente un’attività economica organizzata ai fini della produzione e dello scambio di beni o di servizi.
Ogni imprenditore deve tenere in equilibrio 4 fattori fondamentali: lo sviluppo e industrializzazione della sua idea, servizio o prodotto; la creazione delle condizioni per raggiungere il mercato in modo sostenibile e profittevole; programmare e gestire la finanza necessaria a sostenere l’attività e gli investimenti; esercitare attraverso delle risorse umane qualificate, che dovranno essere formate, motivate e gestite.
Per fare impresa è necessario disporre di molte differenti competenze che, di fatto, è impossibile riassumere un un solo individuo e tutte sono necessarie per garantire successo all’impresa.
La cultura personale darà un imprinting caratteriale all’impresa, che quindi avrà una forte connotazione tecnica sul prodotto se l’imprenditore è un tecnico, mentre sarà molto orientata al mercato se la provenienza è commerciale, ma difficilmente potranno svilupparsi entrambe le aree all’unisono.
Ecco che la micro impresa fatica a crescere, perché l’imprenditore con le sue esperienze, conoscenze didattiche e cultura manageriale non può andare oltre da solo.
La crescita si realizza solo se tutti i 4 fattori fondamentali troveranno equilibrio tra loro, ed è qui che devono intervenire delle competenze esterne, per bilanciare l’impresa e portarla ad un primo livello di delega strutturata, dove i processi interni siano correttamente definiti, vi sia una migliore comprensione del panorama competitivo, una proposta correttamente strutturata, un mercato ben definito e qualificato, una gestione adeguata delle risorse e della finanza.
Quando un imprenditore decide di crescere e competere ad un livello superiore è il momento in cui deve superare i propri limiti manageriali, delegando la gestione dei fattori critici che sono al di fuori delle sue competenze. Per affrontate questo passo la sola scelta possibile è affidarsi a dei validi professionisti che possano consigliarlo al meglio e seguirlo in un percorso imprescindibile, e anche la scelta delle giuste professionalità sarà un fattore determinante per il successo.
Sapersi affidare a professionisti capaci non è segno di debolezza o incompetenza, semmai è il segnale della maturazione di un imprenditore che ora ha la necessaria consapevolezza e ha individuato la strada per il successo suo e della sua impresa.
Per qualunque spunto di riflessione o necessità di approfondimenti, scriva a sviluppo@tradecompass.eu

Lascia un commento

Back To Top